Il brand

La storia del brand
Prev

Helena RubinsteinLa Donna

Helena Rubinstein ha sempre lavorato per valorizzare la bellezza delle donne. Al tempo stesso strumento di potere e seduzione e specchio dell'intelligenza e dell'istruzione, la bellezza è stata l'elemento motore del suo pensiero e delle sue azioni. Ad essa ha dedicato la sua vita, facendone un autentico impero. Vediamo chi era questa donna straordinaria...

Nulla sembrava destinare la piccola Helena, nata nel 1872 nel ghetto ebreo di Cracovia, a diventare la donna potente che tutti conoscono. Per la primogenita di otto figlie, i genitori speravano di farla convolare a nozze con un vecchio vedovo facoltoso. A causa del suo spirito libero che le fa rifiutare un simile destino, a 22 anni Helena abbandona il nido familiare per recarsi in Australia.

La madre, preoccupandosi che non le manchino i prodotti per il viso, le infila in valigia dodici vasetti di crema. La carnagione di alabastro di Helena e la sua personalità ribelle colpiscono immediatamente le donne australiane, che le chiedono consigli. All'epoca assunta come commessa nel negozio di alimentari dello zio, Helena si rende conto di detenere un segreto che potrebbe fare evolvere la sua situazione e forse addirittura cambiare la sua esistenza.

L'idea consiste nel riprodurre la formula della sua crema e nell'insegnare le regole di bellezza alle donne dei dintorni.

Helena Rubinstein - Femme Avant Garde
Precedente Successivo
  • Slider Image
  • Slider Image
  • Slider Image
  • Slider Image
  • Slider Image
  • Slider Image

Con determinazione, Helena prova a più riprese finché riesce a trovare la formula della crema, svelando così alle altre donne i primi segreti di bellezza: proteggersi dal sole e dal vento, idratare la pelle e concedersi sempre un sonno riparatore.

Di bocca in bocca, i suoi trattamenti diventano popolari in tutto il paese, tanto che nel 1902 Helena apre il suo primo negozio, la Maison de Beauté Valaze.

La bellezza
come arte del vivere

Ben presto il suo interesse per la bellezza si estende ad un concetto più ampio di estetica della vita. Helena Rubinstein si interessa infatti a campi come la pittura, la gioielleria, la moda, l'architettura, i mobili e l'arredamento. Decide così di conquistare prima Londra e poi l'Europa. Con il marito Edward Titus, che ne scrive i testi pubblicitari, Helena Rubinstein concilia l'eccellenza delle sue creme con l'arte raffinata del marketing.

Successivamente Helena sbarca a Parigi, dove la sua conquista della bellezza la fa passare dai laboratori agli artisti di Montparnasse, in un incessante andirivieni tra l'arte applicata e l'arte tout court. Helena frequenta i più grandi artisti del XX secolo, da Picasso a Dalí passando per Van Dongen, Braque, Fernand Léger, Eluard e Matisse.

Helena Rubinstein
Helena Rubinstein Large

Apre quindi una fabbrica a Saint-Cloud dove, con un gruppo di chimici, cerca di sviluppare creme ancora più complesse, in grado di proteggere la pelle dagli effetti del tempo. Crea inoltre prodotti per il make-up, un fard e una cipria colorata per opacizzare il viso. In meno di due anni Helena conquista Parigi. Tre delle sue sorelle lavorano con lei e riesce anche a mantenere la famiglia in Polonia.
Poco prima dello scoppio della Grande Guerra, Helena apre un salone a New York, uno scrigno sontuoso in cui si incontrano l'arte, la moda, i trattamenti e la bellezza. Il successo è immediato e il brand acquisisce popolarità in tutto il paese.

Una determinazione
incrollabile

Il suo fiuto le consente di sopravvivere al crac del 1929, alle due guerre mondiali e a molte delusioni d'amore. Helena guida la propria azienda con maestria, interessandosi a campi estremamente all'avanguardia, come creme agli ormoni, elettrostimolazione, nessi tra alimentazione e bellezza, linea di bellezza maschile, beauty therapy" per i malati

Quando muore a New York nel 1965 all'età di 93 anni, Helena lascia dietro di sé un impero immenso. Ceduto nel 1988 a L'Oréal, il brand Helena Rubinstein continua ad incarnare i valori della sua fondatrice: la scienza al servizio della bellezza, l'emancipazione femminile e l'audacia nel sovvertire le regole.

Helena Rubinstein

La storia del brand

La storia del brand Helena Rubinstein è indissociabile da quella della sua fondatrice. Aprendo il suo primo salone di bellezza a Sydney nel 1902, Helena Rubinstein inventa un luogo inedito dedicato alla bellezza, all'estetica e ai trattamenti, mettendo al contempo in risalto la sua prima crema, denominata Valaze e destinata a idratare le pelli secche.

A Londra, constatando che le donne inglesi non curano la propria pelle tanto quanto le australiane, Helena introduce a partire dal 1912 la prima classificazione per tipo di pelle con i relativi trattamenti associati. Un'autentica rivoluzione per l'epoca.

Mentre conquista l'Europa e gli Stati Uniti, la sua filosofia si diffonde e viene adottata da migliaia di donne in cerca di nuovi trattamenti. Un'ulteriore novità è rappresentata dalle consulenti specializzate, che ricevono un'apposita formazione sui prodotti Helena Rubinstein.

Nel 1934, desiderosa di ritardare i segni lasciati dal tempo sulla pelle, Helena sviluppa con i chimici del proprio stabilimento di Saint-Cloud una crema agli ormoni.

Helena Rubinstein - 1939
Helena Rubinstein Large Process Image

La storia del brand segue anche la storia della vita delle donne. Inizialmente poco apprezzato, il make-up si diffonde nel corso del secolo e finisce per essere utilizzato da un numero sempre crescente di donne.

Essendo una buona osservatrice della società, Helena Rubinstein ascolta e anticipa le tendenze. Nel 1958 inventa il primo mascara waterproof e quindi il mascara in tubetto con applicatore.

Il brand si adatta dunque costantemente ai cambiamenti che segnano l'emancipazione femminile. Rilevato nel 1988 da L'Oréal, il brand continua ad incarnare l'ambizione della sua fondatrice.

In stretta relazione con le ultime innovazioni scientifiche, nel 2010 viene lanciato il primo trattamento alle cellule staminali vegetali, mentre nel 2014 il Re-Plasty Prescription introduce il primo intervento cosmetico su misura prodotto da L'Oréal Luxe.

La collaborazione con Laclinic-Montreux rappresenta il naturale proseguimento della storia di Helena Rubinstein con la comunità scientifica.

HR Logo
Successivo Precedente
  • Slider Image
  • Slider Image
  • Slider Image

Mission

La mission del brand Helena Rubinstein rimane identica a quella che aveva animato la sua fondatrice ormai più di cento anni fa: offrire alle donne tutto il potere della bellezza grazie ad interventi cosmetici prodigiosi che coniugano avanguardia, efficacia e sensorialità.

Per Helena Rubinstein, la scienza è al centro della bellezza. I maggiori biologi, dermatologi e medici estetici vi studiano i prodotti più innovativi.

Ma la particolare attenzione dedicata all'innovazione non si sostituisce in alcun modo al piacere dei sensi.

In Helena Rubinstein, tutte le texture delle creme vengono studiate accuratamente: tra sieri ultra-penetranti, creme avvolgenti e texture trasformanti, l'esperienza sensoriale resta sempre una rivelazione.

Se l'efficacia della scienza e della medicina rimane al servizio della bellezza, il piacere rimane al centro dell'esperienza.

Helena Rubinstein Cream ADN
Helena Rubinstein Mission Large

Il brand oggi

Dal 2008 Helena Rubinstein si è associata alle competenze mediche di Laclinic-Montreux, per offrire il meglio della medicina estetica e della chirurgia plastica in un unico istituto. Frutto di questa alleanza, la gamma di trattamenti Re-Plasty riproduce gli effetti degli interventi eseguiti a Laclinic.

Nel 2014 viene scritta una nuova pagina della storia: lavorando con Jean-Marc Lemaître, direttore della ricerca presso l'Inserm, il brand Helena Rubinstein si concentra sulle innovazioni riguardanti la riprogrammazione cellulare e sul modo di applicarla nei propri prodotti.

Lo spirito della sua fondatrice trova dunque eco nelle ricerche più attuali, sempre mettendo l'efficacia della scienza e della medicina al servizio della bellezza.

Helena Rubinstein Small Shot
Helena Rubinstein Large Process Image
La storia del brand
rev